Decreto FER incentivi alle energie rinnovabili

Pubblicato il decreto FER1: ecco gli incentivi sulle energie rinnovabili

Gloria Cipressi / 16 Agosto, 2019 / Fotovoltaico

Il Decreto FER1, per incentivare la produzione di energia da fonti rinnovabili, è entrato in vigore

Il Decreto FER1, per incentivare la produzione di energia da fonti rinnovabili, è finalmente stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 186 del 9 agosto 2019. Firmato dai Ministri Luigi di Maio e Sergio Costa e avvallato dalla Commissione europea, il nuovo decreto rinnovabili è quindi in vigore dal 10 agosto 2019.

Un passo importante per cercare di raggiungere gli obiettivi europei del PNIEC (Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima) fissati al 2030: il Decreto FER1 prevede, infatti, una dotazione totale stimata di circa 5,4 miliardi di euro e una durata fino al 2021.

Decreto FER1: incentivi fotovoltaico ed energie rinnovabili

Secondo quanto riportato dalla nota del Ministero dello Sviluppo Economico, l’attuazione del nuovo decreto rinnovabili permetterà di:

  • realizzare impianti per una potenza complessiva di circa 8.000 MW;
  • aumentare la produzione di energia da fonti rinnovabili di circa 12 miliardi di kWh;
  • attivare investimenti stimati nell’ordine di 10 miliardi di euro.

Gli impianti ammissibili alle procedure di registri saranno:

  • quelli di nuova costruzione, integralmente ricostruiti e riattivati, che hanno potenza inferiore a 1MW;
  • quelli oggetto di interventi di potenziamento (a patto che la differenza tra la potenza dopo l’intervento e prima sia inferiore a 1 MW);
  • quelli oggetto di rifacimento, di potenza inferiore a 1MW;
  • impianti aggregati, appartenenti allo stesso gruppo, di potenza unitaria superiore a 20 kW (a patto che la potenza complessiva sia inferiore a 1 MW).

Per quanto riguarda gli impianti fotovoltaici, invece, saranno ammessi solo quelli di nuova costruzione (realizzati con componenti anch’essi di nuova costruzione). Quelli realizzati al posto di coperture in amianto o eternit, inoltre, avranno diritto non solo agli incentivi sull’energia elettrica, ma anche a un premio di 12€/MWh su tutta l’energia prodotta.

Alle procedure di asta al ribasso, infine, potranno partecipare:

  • impianti di potenza uguale o maggiore a 1 MW;
  • impianti aggregati, appartenenti allo stesso gruppo, di potenza unitaria superiore a 20 kW e non superiore a 500 kW (a patto che la potenza complessiva dell’aggregato sia uguale o superiore a 1 MW).

Nuovo decreto rinnovabili: impianti prioritari e novità

Per quanto riguarda gli incentivi sulla produzione di energia rinnovabile, verrà data priorità a:

  • impianti realizzati su discariche chiuse e sui Siti di Interesse Nazionale, a fini di bonifica;
  • impianti fotovoltaici i cui moduli siano installati sui tetti di scuole, ospedali e altri edifici pubblici in sostituzione di coperture in eternit o amianto;
  • impianti idroelettrici che rispettano le caratteristiche costruttive del DM 23 giugno 2016, impianti alimentati a gas residuati dai processi di depurazione, o che prevedono la copertura delle vasche del digestato;
  • tutti gli impianti connessi in “parallelo” con la rete elettrica e con le colonnine di ricarica delle auto elettriche (a patto che la potenza di ricarica non sia inferiore al 15% di quella dell’impianto e che ogni colonnina abbia una potenza di almeno 15 kW).

Tra le novità del Decreto FER1, cambia invece la modalità di riconoscimento del premio sull’autoconsumo (riconosciuto a posteriori e valido solo se l’energia autoconsumata è superiore al 40% della produzione netta).

Per gli impianti di potenza fino a 100 kW su edifici, infatti, viene attribuito un premio di 10€/MWh sulla quota di produzione netta consumata in sito. Tale premio è, inoltre, cumulabile con quello per i moduli fotovoltaici in sostituzione di coperture che contengono amianto.

Rispetto alla bozza del decreto, cambiano ovviamente anche le date di apertura dei 7 bandi previsti tra il 2019 e il 2021.

Nello specifico, il primo è previsto per il 30 settembre 2019, mentre l’ultimo il 30 settembre 2021.

Decreto FER1 e incentivi sulle rinnovabili: alcune criticità

Tra le principali criticità evidenziate nel Decreto FER1 va citata, innanzitutto, l’esclusione della geotermia, motivo per cui, ad esempio, Enel Green Power ha già annunciato il ritiro del progetto della centrale geotermoelettrica di Piancastagnaio (Pc6), pur confermando l’interesse allo sviluppo dell’area e alla presentazione di un nuovo progetto aggiornato.

Un altro elemento critico da evidenziare, più legato all’ambito fotovoltaico, è l’esclusione degli impianti FV con potenza uguale o inferiore a 20 kW: i piccoli impianti sono la tipologia più diffusa tra le PMI, quindi di fatto viene tagliata fuori dagli incentivi una fetta di mercato non indifferente.

Come evidenziato anche dal CNA (Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della piccola e media impresa), questa esclusione “non valorizza appieno l’apporto che le piccole imprese possono fornire al sistema per il raggiungimento degli obiettivi al 2030 e rischia, semmai, di rallentare le tendenze già in corso circa la diffusione dell’autoproduzione di energia […]. Se è vero che per tali impianti rimane valida, al momento, la possibilità di ricorrere alle detrazioni fiscali del 50%, come ricorda lo stesso Decreto, è anche vero che tali misure possono essere utilizzate solo da privati e non dalle imprese che vogliono investire in autoproduzione”.

Nella propria nota ufficiale, il CNA ritiene comunque che il Decreto FER1 presenti degli spunti positivi, a patto che questo provvedimento sia considerato come una “misura ponte” verso una programmazione organica e strutturata, che permetta di attuare il Piano nazionale energia e clima.

Per avere ulteriori informazioni,  leggi il nostro approfondimento sul Decreto FER1 relativamente al fotovoltaico, cliccando QUI.

Ti invitiamo infine a partecipare al nostro Webinar “Decreto FER1 e fotovoltaico: tutto quello che c’è da sapere”, organizzato da BayWa r.e. e tenuto dall’ing. Erica Bianconi, venerdì 13 settembre alle h.15
Clicca QUI per registrare la tua partecipazione.

Se vuoi progettare un impianto fotovoltaico efficiente e di ultima generazione, scopri subito i nostri migliori prodotti a catalogo.

Share This: