Scegli la lingua
Webshop Italia
English
Scegli un altro sito
Sito attuale:
Webshop Italia
Sito / Paese
Lingue
Social Media

Fotovoltaico residenziale: alcuni dati dal Forum Italia Solare 2021

Un enorme potenziale di sviluppo per il fotovoltaico residenziale in Italia, ancora largamente inespresso. È quanto emerge dal Forum Italia Solare 2021 dove, tra i diversi appuntamenti in programma, è stata dedicata una tavola rotonda proprio sul tema del mercato residenziale FV. Numeri ancora troppo bassi, dunque, per raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione al 2030 e al 2050. Sebbene solare ed eolico rappresentino ad oggi le soluzioni più economiche a livello globale. In questo articolo, vediamo alcuni dati emersi nell'ultimo forum di Italia Solare sulla situazione nel nostro Paese.

Fotovoltaico residenziale in Italia: i dati complessivi e del 2021

In Italia, complessivamente, sono poco meno di un milione gli impianti fotovoltaici installati, per un totale di 22,4 GWp totali. Di questi, l'85% è rappresentato da impianti residenziali, ovvero quelli con potenze inferiori a 12 kWp. Essi, dunque:

  • sono circa 840 mila in totale, nel nostro Paese (secondo i dati aggiornati al 30 settembre 2021);
  • nel complesso contano per 3,7 dei 22,4 GWp totali;
  • presentano una potenza media di 4,4 KWp.

Se dal punto di vista geografico la distribuzione degli impianti fotovoltaici domestici è abbastanza eterogenea, il rapporto con l'edificato residenziale in Italia evidenzia come, in sostanza, "non abbiamo neanche iniziato a realizzare gli impianti" - come ha dichiarato anche Andrea Brumgnach, Vicepresidente di Italia Solare con delega al mercato residenziale. Nel dettaglio, i dati che riguardano i primi 9 mesi del 2021 evidenziano un aumento della potenza media (da 4,4 a 4,9 kWp), riconducibile probabilmente alle installazioni fatte con il Superbonus. Tuttavia, gli impianti fotovoltaici residenziali installati al 30 settembre sono stati meno di 50 mila, per una potenza complessiva di 243 MW (considerando tutte le taglie si arriva a 672 MW). Ecco perché, da un lato, il potenziale di sviluppo è ancora enorme. Ma dall'altro, secondo Brumgnach, tenendo conto di quali sono gli obiettivi al 2030, "dovremo attendere che il legislatore dia il via al mercato vero e proprio, perché stiamo proseguendo in una situazione di quasi stagnazione".

Il fotovoltaico con accumulo in Italia nel settore residenziale

Un altro elemento interessante che emerge dal Forum Italia Solare 2021 è il ruolo del fotovoltaico residenziale per quanto riguarda i sistemi di accumulo nel nostro Paese. Se è vero che i dati sono ancora modesti, dato che abbiamo in totale circa 500 MWh di accumulo elettrochimico (e 60 mila impianti, la maggior parte al litio), è altrettanto vero che quasi tutti questi impianti sono nel residenziale. Che sta dunque trainando l'accumulo in Italia. In questo senso, la crescita rispetto al 2020 è stata notevole, con una capacità più che raddoppiata nel 2021 (da 102,02 MWh a 220,09 MWh). Tra le prime 5 regioni per capacità installata nell'accumulo residenziale troviamo:

  • Lombardia: 127,77 MWh;
  • Veneto: 86,45 MWh;
  • Emilia-Romagna: 55,39 MWh;
  • Piemonte: 39,93 MWh;
  • Lazio: 29,54 MWh.

La situazione generale del fotovoltaico nel nostro Paese, tuttavia, va ancora a rilento. Come afferma Paolo Rocco Viscontini, presidente di Italia Solare, il fatto di aver ormai raggiunto il primo milione di impianti FV non deve ingannare. I 22,4 GWp totali, infatti, sono "quasi un terzo della Germania, che coi suoi quasi 60 GWp garantisce al sistema energetico tedesco un significativo vantaggio, in termini di costi dell’energia, a favore delle imprese tedesche rispetto a quelle italiane". Emblematico il dato dei MWp installati nel 2021, considerando anche gli abitanti dei principali Paesi europei. Le stime dicono che in Italia (60 milioni) sono stati installati 950-1.000 MWp lo scorso anno. Mentre, ad esempio:

  • in Ungheria (9,7 milioni di abitanti) 750 MWp;
  • in Belgio (11,5 milioni) 950 MWp;
  • in Francia (64,3 milioni) 1.900 MWp;
  • in Polonia (38 milioni) 2.690 MWp;
  • in Spagna (46,7 milioni) 3200 MWp;
  • in Olanda (16,7 milioni) 3400 MWp;
  • in Germania (83 milioni) 5400 MWp.

Dal 2014 ad oggi, inoltre, le nuove installazioni italiane hanno avuto una media annuale inferiore ai 500 MWp.

Fotovoltaico residenziale: le richieste di Italia Solare

Le richieste di Italia Solare, nel fotovoltaico residenziale, si concentrano soprattutto su 4 punti fondamentali:

  • confermare le detrazioni fiscali in modo strutturale, mantenendo le detrazioni con sconto in fattura e cessione del credito;
  • mantenere il fotovoltaico su tutti gli interventi Superbonus ammessi da luglio 2022 in poi;
  • inserire una soglia oltre la quale non serve l'asseverazione dei prezzi e il visto di conformità;
  • per le comunità energetiche, prevedere dei fondi di garanzia per consentire il finanziamento e prorogare il cumulo tra detrazioni e incentivo.

Ad oggi, il fotovoltaico rappresenta l'unica soluzione immediata e di lungo termine contro il caro bollette. Già in passato, dal 2008 al 2014, il solare ha contribuito in modo concreto nel ridurre i prezzi dell'energia. E, come sottolineato da Viscontini, "è la soluzione principe per risolvere la crisi climatica ed è la tecnologia che crea più occupazione: da 2 a 6 volte più posti di lavoro rispetto alle altre tecnologie di produzione elettrica". In base ai dati comunicati all'apertura del Forum da Paolo Frankl, Direttore Energie Rinnovabili di IEA, nel 2022 il fotovoltaico supererà la soglia dei 1.000 GWp a livello globale, mentre nei quattro anni successivi verranno installati ulteriori 1.400 GWp. Inoltre, in cinque anni, il 95% di tutta la nuova capacità elettrica arriverà da rinnovabili (di cui più del 50% dal fotovoltaico). Insomma, anche l'Italia deve accelerare. Sei un installatore o un progettista di impianti fotovoltaici? Scopri subito le nostre soluzioni, dai migliori marchi del settore FV, oppure contattaci senza impegno per avere maggiori dettagli da un professionista BayWa r.e.

Hai selezionato Australia. Ora sarai indirizzato al sito web australiano. 

Switch Cancel

Hai selezionato Canada. Ora sarai indirizzato al sito web canadese.

Switch Cancel

Hai selezionato Danimarca. L’attività danese è gestita dalla nostra filiale nordica. Stai per essere indirizzato alla versione inglese del sito web nordico.

Switch Cancel

Hai selezionato Finlandia. L’attività finlandese è gestita dalla nostra filiale nordica. Stai per essere indirizzato alla versione inglese del sito web nordico.

Switch Cancel

Hai selezionato Francia. L’attività francese è gestita dalla nostra filiale lussemburghese. Stai per essere indirizzato alla versione inglese del sito web lussemburghese.

Switch Cancel

Hai selezionato Germania. Stai per essere indirizzato alla versione inglese del sito web tedesco. 

Switch Cancel

Hai selezionato Lussemburgo. Stai per essere indirizzato alla versione inglese del sito web lussemburghese. 

Switch Cancel

Hai selezionato Messico. Ora sarai indirizzato al sito web messicano. 

Switch Cancel

Hai selezionato Norvegia. L’attività norvegese è gestita dalla nostra filiale nordica. Stai per essere indirizzato alla versione inglese del sito web nordico.

Switch Cancel

Hai selezionato Paesi Bassi. L’attività frolandese è gestita dalla nostra filiale lussemburghese. Stai per essere indirizzato alla versione inglese del sito web lussemburghese.

Switch Cancel

Hai selezionato Polonia. Ora sarai indirizzato al sito web polacco.

Switch Cancel

Hai selezionato Spagna. Ora sarai indirizzato al sito web spagnolo.

Switch Cancel

Hai selezionato Stati Uniti. Ora sarai indirizzato al sito web degli Stati Uniti.

Switch Cancel

Hai selezionato Sud-est asiatico. Ora sarai indirizzato al sito web del sud-est asiatico.

Switch Cancel

Hai selezionato Svezia. L’attività svedese è gestita dalla nostra filiale nordica. Stai per essere indirizzato alla versione inglese del sito web nordico.

Switch Cancel

Hai selezionato Svizzera. Ora sarai indirizzato al sito web svizzero.

Switch Cancel

Hai selezionato Australia. Ora sarai indirizzato al sito web australiano. 

Switch Cancel

Hai selezionato Canada. Ora sarai indirizzato al sito web canadese.

Switch Cancel

Hai selezionato Danimarca. L’attività danese è gestita dalla nostra filiale nordica. Stai per essere indirizzato alla versione inglese del sito web nordico.

Switch Cancel

Hai selezionato Finlandia. L’attività finlandese è gestita dalla nostra filiale nordica. Stai per essere indirizzato alla versione inglese del sito web nordico.

Switch Cancel

Hai selezionato Francia. L’attività francese è gestita dalla nostra filiale lussemburghese. Stai per essere indirizzato alla versione inglese del sito web lussemburghese.

Switch Cancel

Hai selezionato Germania. Stai per essere indirizzato alla versione inglese del sito web tedesco. 

Switch Cancel

Hai selezionato Lussemburgo. Stai per essere indirizzato alla versione inglese del sito web lussemburghese. 

Switch Cancel

Hai selezionato Messico. Ora sarai indirizzato al sito web messicano. 

Switch Cancel

Hai selezionato Norvegia. L’attività norvegese è gestita dalla nostra filiale nordica. Stai per essere indirizzato alla versione inglese del sito web nordico.

Switch Cancel

Hai selezionato Paesi Bassi. L’attività frolandese è gestita dalla nostra filiale lussemburghese. Stai per essere indirizzato alla versione inglese del sito web lussemburghese.

Switch Cancel

Hai selezionato Polonia. Ora sarai indirizzato al sito web polacco.

Switch Cancel

Hai selezionato Spagna. Ora sarai indirizzato al sito web spagnolo.

Switch Cancel

Hai selezionato Stati Uniti. Ora sarai indirizzato al sito web degli Stati Uniti.

Switch Cancel

Hai selezionato Sud-est asiatico. Ora sarai indirizzato al sito web del sud-est asiatico.

Switch Cancel

Hai selezionato Svezia. L’attività svedese è gestita dalla nostra filiale nordica. Stai per essere indirizzato alla versione inglese del sito web nordico.

Switch Cancel

Hai selezionato Svizzera. Ora sarai indirizzato al sito web svizzero.

Switch Cancel
Torna all'inizio