Quante sono le colonnine di ricarica auto elettriche in Italia (nel 2021)

Michael Hackhofer / 18 Ottobre, 2021 / E-Mobility

Infrastrutture e colonnine di ricarica rappresentano uno “snodo” cruciale nell’accelerazione a una mobilità sostenibile.

I due fattori sono strettamente collegati: con l’aumentare delle auto elettriche sulle nostre strade c’è bisogno di un numero adeguato di infrastrutture di ricarica. Viceversa, una maggior capillarità di queste ultime sul territorio può dare una spinta importante verso la scelta di acquistare un veicolo elettrico.

Ma quante sono le colonnine di ricarica auto elettriche in Italia, ad oggi? Una rilevazione di mercato condotta da MOTUS-E ha fatto il punto sulla situazione, aggiornata al 30 giugno 2021. Vediamo, in questo articolo, alcuni dei dati più interessanti.

Infrastrutture e punti di ricarica auto elettriche in Italia

Complessivamente, in Italia si contano ad oggi 23.275 punti di ricarica installati in 11.834 stazioni (o colonnine) e 9.453 location accessibili al pubblico.

Tali dati (come detto, aggiornati a giugno 2021) confermano un trend in costante crescita: rispetto alla prima rilevazione di MOTUS-E – effettuata a settembre 2019 – l’aumento è stato del 118%, con una crescita media annua del 53%.

Anche nel confronto con la precedente elaborazione (marzo 2021) si registrano numeri migliorativi, con un incremento di 2.518 punti di ricarica e di 1.303 infrastrutture (+12% in entrambi i casi).

La nota dolente interessa più che altro il dato sulle infrastrutture installate ma non utilizzabili dagli utenti (per ragioni autorizzative o perché non è ancora stato realizzato il collegamento alla rete elettrica), che equivale al 15%. Una percentuale che, comunque, si è ridotta rispetto al 22% segnalato a marzo.

Per quanto riguarda la potenza dei punti di ricarica, invece, il 95% di essi è in corrente alternata (AC), mentre il 5% in corrente continua (DC). Nello specifico:

  • circa 19% ricarica lenta (AC, potenza pari o inferiore a 7 kW);
  • circa 77% ricarica accelerata o veloce (AC, potenza tra 7,5 kW e 43 kW);
  • circa 5% ricarica veloce (DC, potenza da 44 kW in su);
  • circa 1% alta potenza o High Power Chargers (potenza di almeno 100 kW).

Mercato auto in calo, ma cresce l’elettrico

L’analisi MOTUS-E offre un quadro, in generale, anche sull’andamento delle immatricolazioni dei veicoli elettrici nel nostro Paese.

Se da un lato, per quanto riguarda il mercato complessivo, il primo semestre del 2021 evidenzia un calo del 17% rispetto al 2019 (segno di come la crisi pandemica stia ancora influendo il settore automotive), dall’altro prosegue senza sosta la crescita delle auto elettriche e plug-in.

A livello aggregato, dunque considerando BEV (Battery Electric Vehicle) e PHEV (Plug-in Hybrid Electric Vehicle), la quota di mercato è ora del 7,7%, quindi più che raddoppiata in confronto al 2020. In totale, il parco circolante BEV + PHEV conta ora oltre 167 mila unità.

Nel dettaglio, prendendo in considerazione solo i primi 6 mesi del 2021, si registrano:

  • 252 BEV vendute (il triplo rispetto al 2020);
  • 881 PHEV vendute (7 volte in più rispetto al 2020).

In termini di distribuzione geografica delle vendite di questi veicoli, il divario tra Nord e Sud rimane evidente: per la maggior parte esse avvengono nel Nord-Est (33%) e nel Nord-Ovest (30%). Segue il Centro, con il 28%, prima di Sud e Isole che si attestano sul 9%.

Un po’ meno netta invece (ma comunque importante) la differenza per quanto concerne la distribuzione delle infrastrutture di ricarica in Italia: per il 57% si trovano al Nord, il 23% circa nel Centro, mentre il 20% nel Sud e nelle Isole. In generale è la Lombardia la regione a contare più installazioni (4.130 punti, ovvero il 18% del totale), seguita da Piemonte, Lazio ed Emilia-Romagna (con il 10% a testa).

Ricarica auto elettriche: sicurezza ed efficienza con Wallbox

Installare soluzioni di ricarica moderne ed efficienti è sempre più importante. Non solo per ricaricare i veicoli green in modo facile e veloce, ma anche per avere tecnologie sicure e all’avanguardia, che permettano di soddisfare appieno le esigenze di utilizzo degli utenti.

Wallbox è una realtà entrata a far parte del catalogo Solar BayWa r.e. nel 2021 per il settore della mobilità elettrica. Azienda spagnola, fondata nel 2015, può contare su siti produttivi in Spagna e in Cina, oltre a un ufficio anche a San Francisco, USA.

Le stazioni di ricarica proposte da Wallbox, sia per l’ambito residenziale che aziendale, garantiscono prestazioni efficaci, compatibilità con qualunque tipologia di impianto fotovoltaico e massima sicurezza, grazie al sistema Power Boost anti-blackout. Quest’ultimo, sfruttando il monitoraggio della rete, adatta la potenza di ricarica del veicolo in base a quella disponibile, gestendo il fabbisogno energetico in tempo reale ed evitando le interruzioni di corrente.

Wallbox Pulsar Plus (monofase o trifase) e Wallbox Copper SB (trifase) sono le due tipologie di stazioni di ricarica che proponiamo, a seconda delle necessità di potenza e del contesto installativo. Per approfondire caratteristiche e vantaggi, qui trovi l’articolo dedicato ai due prodotti Wallbox.

Sei un installatore o un progettista e vuoi conoscere, nel dettaglio, tutte le funzionalità disponibili? Contattaci senza impegno per parlare con uno nostro professionista e avere le informazioni che cerchi.

Share This: