Incentivi auto elettriche in Lombardia: risorse esaurite in 2 giorni

Michael Hackhofer / 29 Marzo, 2021 / E-Mobility

Esauriti in due giorni gli incentivi per auto elettriche previsti dal bando della Regione Lombardia per il 2021, mentre comunque è ancora possibile usufruire delle risorse per l’acquisto di motoveicoli e ciclomotori non inquinanti.

Sul totale dei 36 milioni di euro stanziati per il biennio 2021-2022 per il cambio di veicoli dei cittadini residenti, i 16,2 milioni previsti per quest’anno sono finiti praticamente subito.

Anche per questo potrebbe arrivare un rifinanziamento da parte della Regione, ma intanto è chiaro come l’attenzione e la sensibilità verso il mondo della mobilità elettrica stiano diventando sempre più importanti. Vediamo maggiori dettagli, in questo articolo.

Obiettivi del bando e incentivi per motoveicoli elettrici

Il bando della Regione Lombardia ha l’obiettivo di promuovere la mobilità sostenibile, incentivando la sostituzione di veicoli inquinanti con auto elettriche o ibride o con veicoli di categoria L (ciclomotori e motoveicoli ad alimentazione elettrica).

L’investimento da 36 milioni di euro riguarda il 2021 e il 2022 (18 milioni all’anno) anche se, come annunciato dall’assessore lombardo all’Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo, si tratta del primo passo di una serie di interventi, per ulteriori 64 milioni, volti a migliorare la qualità dell’aria ambientale e contrastare il cambiamento climatico attraverso la mobilità elettrica.

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto per l’acquisto di un mezzo di categoria M1 o L, con contestuale radiazione di un veicolo inquinante (per demolizione o per esportazione all’estero).

Come anticipato, dopo il via alla presentazione delle domande fissato per il 1° marzo scorso, i 16,2 milioni riservati alle auto elettriche sono andati esauriti in un giorno e mezzo. Rimane aperta, invece, la possibilità di fare richiesta per ciclomotori o motoveicoli elettrici (1,8 i milioni stanziati). Per questi ultimi, i contributi previsti sono:

  • con rottamazione automobile, 30% di sconto sul prezzo di listino del modello base (fino a un massimo di 3.000 euro);
  • con rottamazione moto, 20% di sconto sul prezzo di listino del modello base (fino a un massimo di 2.000 euro);
  • senza rottamazione, 10% di sconto sul prezzo di listino del modello base (fino a un massimo di 1.000 euro).

Come richiedere gli incentivi per i veicoli elettrici di categoria L

Coloro che vogliono usufruire del bando “Rinnova Autovetture e Motoveicoli 2021” della Regione Lombardia (chiaramente solo per i veicoli elettrici di categoria L) dovranno:

  • accedere o registrarsi alla piattaforma dedicata, all’indirizzo bandi.regione.lombardia.it;
  • cliccare sul bottone “Fai domanda” presente in alto, nella scheda del bando;
  • inserire le informazioni anagrafiche e di contatto e quelle del veicolo da radiare.

Ogni soggetto beneficiario può presentare una sola domanda di contributo ed essere residente in un Comune della Regione Lombardia al momento della presentazione della domanda. Inoltre, dovrà mantenere la proprietà del mezzo per almeno 24 mesi dall’acquisto.

È importante ricordare, infine, che la richiesta non comporta una prenotazione del contributo. Essa si concretizza al momento dell’ordine di acquisto del veicolo, da effettuare presso i venditori/concessionari abilitati (l’elenco è anch’esso disponibile tra gli allegati in fondo a questa pagina).

Le domande vengono gestite “a sportello” ovvero secondo l’ordine cronologico di ricevimento della richiesta del venditore/concessionario. Anche in questo caso sarà possibile ottenere il bonus fino a esaurimento delle risorse.

Incentivi auto elettriche in Lombardia: successo oltre le aspettative

Per stessa ammissione dell’assessore Cattaneo, il successo del bando è andato oltre ogni aspettativa.

In particolare, le auto a zero emissioni sono quelle che hanno registrato il maggior numero di richieste, ovvero oltre metà rispetto alle domande complessive. Su 3.209 prenotazioni totali da parte dei venditori/concessionari, infatti, i contributi sono stati richiesti per:

  • 081 auto a zero emissioni, con radiazione di un veicolo più inquinante;
  • 704 auto ibride;
  • 606 auto a zero emissioni, senza radiazione di un veicolo;
  • 493 veicoli a benzina;
  • 191 veicoli a metano/gpl;
  • 54 auto diesel.

Dal punto di vista territoriale, la Città Metropolitana di Milano guarda tutti dall’alto con 723 richieste (22% del totale). Completano il podio Brescia (530) e Bergamo (436).

Come affermato dall’assessore, a fine 2019 un’analoga dimensione di risorse (18 milioni di euro) era stata esaurita in circa un mese e mezzo, mentre ora in poco meno di due giorni. Un segnale, insomma, che conferma quanto sia cresciuto, in poco tempo, l’interesse verso auto elettriche e mobilità sostenibile.

All’interno del catalogo BayWa r.e. puoi trovare diversi prodotti per la ricarica efficiente e sicura dei veicoli elettrici. Da poco si è aggiunta anche Wallbox, stazione di ricarica in grado di coprire diverse esigenze, sia per il residenziale che per l’ambito aziendale.

Se sei un installatore o un progettista, scopri subito le caratteristiche di Wallbox Pulsar Plus e Copper SB oppure contattaci qui per avere maggiori dettagli.

Share This: