Apple Car: in arrivo la prima auto elettrica di Cupertino?

Michael Hackhofer / 3 Febbraio, 2021 / E-Mobility

Un’auto elettrica targata Apple, con batterie innovative e un’autonomia molto più lunga di quelle attuali: l’indiscrezione arriva dall’agenzia di stampa Reuters, ed è stata rilanciata in breve tempo dai media di tutto il mondo.

Non è la prima volta che l’impresa di Cupertino viene associata a progetti nel settore dell’automotive, considerando che già nel 2014 si parlava di un “Project Titan” per un’auto elettrica a guida autonoma: voci che, però, negli ultimi anni si sono via via affievolite.

Ora, sebbene non vi siano state conferme da parte dall’azienda interessata, il tema della Apple Car è tornato alla ribalta, con le indiscrezioni più ottimistiche che danno addirittura il 2024 come anno di lancio della produzione di massa. Vediamo quali sono le informazioni trapelate finora.

Apple Car: dal progetto Titan del 2014 ad oggi

Come detto, nel 2014 la Apple aveva iniziato a lavorare a un progetto – noto come Project Titan – per la realizzazione di un proprio veicolo da zero, che però ha poi visto diversi rallentamenti prima di un vero e proprio cambio di obiettivi.

Se nel 2015, infatti, il Wall Street Journal parlava del 2019 come possibile anno in cui vedere la prima auto targata Apple, ben presto l’impresa di Cupertino ha rivisto la propria strategia, focalizzandosi su software di guida da fornire al mercato automobilistico (es. Apple CarPlay).

In base a quanto riportato da Reuters, però, il progetto è stato ripreso in mano nel 2018 da Doug Field, veterano di Apple e tornato all’azienda della mela morsicata dopo aver lavorato per 5 anni in Tesla. Nel 2019 – sempre secondo l’agenzia di stampa – sono stati licenziati circa 200 dipendenti dedicati al progetto Titan ed è stato rivisto il team, ma sono stati fatti anche importanti passi in avanti, abbastanza da poter da puntare a realizzare un veicolo per il mercato di massa entro il 2024.

Una data che, da molti, viene definita poco realistica, anche considerando che la realizzazione di un’auto rappresenta una grande sfida per la catena di approvvigionamento anche per una realtà come Apple. La Tesla di Elon Mask, ad esempio, ha impiegato 17 anni prima di arrivare alla redditività.

Anche per questo, non è da escludere che Apple stia cercando partner esterni per la produzione dei veicoli.

Apple Car: nuove batterie litio-ferro-fosfato

Uno dei punti più interessanti del nuovo progetto Apple Car rappresenta la tecnologia impiegata per le batterie.

Secondo Reuters, infatti, Apple prevede di utilizzare un design unico, con batteria a singola cella, che permetterebbe di contenere una maggiore quantità di materiale attivo e liberare spazio, eliminando i moduli contenenti i materiali. Ciò garantirebbe un’autonomia potenzialmente più lunga.

Inoltre, Apple starebbe testando una nuova soluzione chimica alternativa rispetto alle attuali batterie agli ioni di litio, sfruttando il litio-ferro-fosfato (LFP): una combinazione più sicura, in quanto ridurrebbe le probabilità di surriscaldamento, e che inoltre non richiede l’utilizzo di cobalto (il cui approvvigionamento sta diventando sempre più difficile, con il 60% della fornitura mondiale che proviene dalla Repubblica Democratica del Congo e con le  annesse problematiche legate allo sfruttamento minorile).

Infine, in base alle testimonianze raccolte da Reuters (rese anonime) l’Apple Car potrebbe essere dotata anche di sensori lidar, in grado di aiutare le auto a guida autonoma nella scansione delle distanze. Già i recenti iPhone 12 Pro e iPad Pro sono dotati di questo tipo di sensori.

Apple Car e Tesla: il tweet di Elon Musk

Nel frattempo, il giorno seguente alla news pubblicata da Reuters, le azioni Tesla hanno visto un calo del 6,5%.

Sul tema della nuova auto elettrica di Apple è intervenuto lo stesso Elon Musk, che su Twitter ha voluto rivelare un particolare curioso: “Durante le giornate più nere del programma per il Model 3 – scrive – ho contattato Tim Cook per discutere la possibilità che Apple acquistasse Tesla (per un decimo del nostro valore attuale). Ha rifiutato l’incontro“.

Insomma, in attesa di conferme o smentite da parte dei diretti interessati, la notizia di una Apple Car in arrivo nei prossimi anni è tornata a circolare con grande insistenza.

Un altro indizio, in tal senso, è stato fornito da GlobalData, secondo il quale l’azienda di Cupertino avrebbe pubblicato solo nel 2020 ben 300 offerte di lavoro correlate alla sicurezza stradale, all’esperienza automobilistica e allo sviluppo di software e tecnologia delle batterie. Inoltre, sembrerebbe che nell’ultimo anno siano stati diversi i dipendenti Tesla a passare proprio ad Apple.

Quel che è certo, al momento, è che il mondo della mobilità elettrica si sta espandendo molto rapidamente, con 2,5 milioni di e-car e ibride previste solo in Italia entro il 2030.

Per approfondire altre tematiche sulla mobilità sostenibile ti proponiamo altri due articoli del nostro blog:

Vuoi avere maggiori informazioni sulle nostre soluzioni di ricarica intelligente? Contattaci qui per parlare con nostro professionista.

Share This: